Tutti gli articoli di chiaraiacono

In aeroporto

29 settembre 2021 5.29

Ieri è stata una buonissima giornata, lunga e faticosa, ma molto soddisfacente.

In mattinata ho tenuto il gruppo di team building a J: non l’avrei mai detto ma hanno partecipato quasi tutti e con molta soddisfazione. Visto che nel pomeriggio ero libera, sono riuscita a organizzare una visita a B agli amici che stanno lì.

Rientrando a casa ho incontrato L, la capo missione, che mi ha chiesto un breve aggiornamento pre partenza. Abbastanza rapido, in tempo per le mie ultime sedute e l’invio degli ultimi documenti.

Ho cercato di andare a letto presto, ma credo di aver dormito al massimo un paio di ore: appuntamento stamattina alle 3 per venire in aeroporto. Nessun problema per strada, ma un sacco di complicazioni qui: ai primi controlli mi hanno fatto il terzo grado, con la mascherina non sentivo niente e siamo passati al livello di controllo superiore. L’apice del delirio è stato raggiunto quando è iniziata la discussione con la ragazzetta con QI da pesce lesso che ha voluto controllare il mio telefono e le fotografie. Quando ha iniziato a guardare le foto precedenti il mio arrivo qui c’è stato il teatrino:
IO: Non ha il diritto di guardare le mie foto scattate in Italia
QI=0: Cosa ha detto?
IO: Non ha il diritto di guardare le mie foto non fatte qui
QI=0: Non ho il diritto??? Io sono la responsabile della sicurezza e nel mio aeroporto decido io
IO: Ah, è suo l’aeroporto?
QI=0: Non mio nel senso che ne sono proprietaria, ma sono il responsabile della sicurezza…
IO: Ah….

E da lì sono partiti i controlli seri. Il mio bagaglio è stato imbarcato, ma non confido di trovarlo al mio arrivo a Milano. E le ceramiche non credo che arriveranno intatte, purtroppo… Vedremo. Hanno controllato il bagaglio a mano e sono passata sotto i raggi X.

Comunque il tutto non è durato tantissimo, direi circa un’ora e mezza. Devo dire che sto augurando il peggio a un sacco di persone 😉

Qui finisce l’avventura, direbbe un vecchio personaggio di fumetti.

Magari ci sarà un breve aggiornamento con le sorti del bagaglio 🙂

Di nuovo a J

27 settembre 2021 23.39

Mattina di pazienti e di saluti. Subito dopo pranzo sono partita verso J: un sacco di traffico, ma viaggio sostanzialmente tranquillo. Mentre guardavo fuori dal finestrino pensavo alla possibilità di tornare a N, anche se dovessi tornare da queste parti con altri progetti: è così complicato muoversi, che è verosimile che non torni… Fuori N c’è il paesaggio che mi piace tanto e che mi fa sempre pensare a questo paese: colline, qualche arbusto, costruzioni di pietra che delimitano i campi che sembrano antichi di millenni… e poi gli alberi di ulivo…

Arrivati a J ho preparato con la collega filippina il workshop di domani: lei è l’unica entusiasta di questa attività. Vediamo quanta gente dello staff parteciperà: il totale è 18, lei dice più di 10, io dico meno di 10…

Finita la giornata in ufficio ho visto una delle colleghe di G per una seduta online e poi uno dei miei pazienti italiani. Dopo cena, chiacchiere con la collega: stanotte mi tocca dormire in un letto singolo 😦

Comunque, domani notte inizia il viaggio per tornare a casa 🙂

Ultimi giorni

27 settembre 2021 8.30

Come sta succedendo spesso, quando faccio i bagagli metto via il portatile prima di aggiornare queste pagine. Oggi torno a J, per la mia ultima giornata e mezza di lavoro e per prendere poi l’aereo mercoledì mattina presto.

Ieri è stata una buona giornata, era stato organizzato un corso di formazione lungo tutto il giorno, a cui io ho partecipato tra una seduta e l’altra. Più si procede e più diventa difficile trovare corsi di qualche rilievo, ma tutto sommato non così male…

Le mie sedute qui sono finite nel tardo pomeriggio e dopo sono andata a fare un ultimo tentativo di trovare un regalo: missione riuscita!!

In serata ho preparato, di nuovo, i miei bagagli, anche se non sono ancora nella forma definitiva per il volo, e ho finito di vedere una nuova serie, spacciata per horror, ma in realtà una sciocchezza 😉

Ultima giornata a N, oggi 🙂

Domani si ricomincia

25 settembre 2021 23.02

Ultimo giorno di vacanza prima del mio ritorno.

Stamattina sono andata in giro per cercare un po’ di cose da portare a casa: qualcosa ho trovato ma non esattamente quel che cercavo…

Nel pomeriggio sono stata con il collega americano nella città vecchia e gli ho fatto vedere i due classiconi: il posto dei dolci buonissimi e il posto dove fanno il sapone artigianale. Considerato che oggi è quasi festa, e che molti negozietti erano chiusi, abbiamo fatto un bel giro.

Serata tranquilla. Domani dovrò rifare la valigia per l’ennesima volta…

Giornata rilassante :-)

24 settembre 2021 23.04

Oggi è il mio giorno di riposo e in effetti l’ho passato riposando. In mattinata ho lavorato un po’ con un paio di pazienti e poi intorno all’ora di pranzo è venuta a prendermi un’amica italiana che abita qui. Siamo state in un bel sito archeologico, non molto ricco di pezzi, ma sicuramente di storia: a S c’è la tomba di un personaggio importante ed è un posto di rilevanza storica. Siamo rimaste tutte il pomeriggio, sotto un bel pergolato 🙂

In serata sono stata invitata da una collega a cena con i colleghi in visita da H: siamo stati in un bel posto che non conoscevo con una bella vista sulla città illuminata come un presepe…

Un ultimo giretto dopo cena e poi sono tornata a casa. Dovrei un po’ lavorare, ma mi guarderò un film 😉

Piove a N

23 settembre 2021 22.41

Giornata pienissima: di mattina un gruppo e un paio di sedute, e nel pomeriggio una dietro l’altra…

Prima della pausa pranzo, sono stata con N, l’ostetrica africana che ci faceva da cuoca, al supermercato a fare un po’ di spesa e a comprare un po’ di cose da portare a casa. Una buona notizia: a N è stato offerto un lavoro appropriato ai suoi studi, e dalla settimana scorsa ha iniziato a lavorare nella clinica.

Dopo l’ultima seduta sono stata invitata con alcuni altri colleghi a cena in uno dei nostri appartamenti e la collega australiana di origine cinese ci ha insegnato a fare gli involtini primavera 🙂 Io ho portato un po’ di formaggio che ha fatto la sua bella figura 🙂

Ho passato una sera piacevole e, tornando a casa, ha iniziato a piovigginare. Adesso piove forte…

Di nuovo a N

22 settembre 2021 22.27

Anche ieri sera ho finito di sistemare i bagagli prima di scrivere e quindi la pigrizia mi ha impedito di scrivere il resoconto della giornata 😉

Ho passato la giornata tra sedute individuali e sedute di gruppo. Molto interessante, credo utile per i partecipanti.

In pausa pranzo sono stata con alcuni colleghi in un bel ristorante: mangiato molto e bene 😉 Certo, qui sono tutti carnivori…

Tornata a casa, sono stata a chiacchierare con la collega che mi ha chiamata a H: ha trovato un cucciolo di cane e l’ha adottato… poi lo porterà a casa sua il capo missione che è locale e abita in una città a nord del paese. Lei è molto simpatica e sembra anche molto in gamba…una vita travagliata, segnata da molte malattie 😦

In serata ho preparato le valigie e ho realizzato con sommo piacere che ci sta dentro tutto, nonostante gli ultimi acquisti 😉

Stamattina, portati i bagagli in ufficio, sono andata nel centro clinico per una seduta e poi una supervisione in Italia. Sono partita alle 13.00, abbastanza puntuale. La prima auto mi ha portata fino a fuori H. Poi ho cambiato auto fino a B. Lì è venuto a prendermi uno dei più antipatici di J, che secondo me non parla nemmeno la sua lingua, figuriamoci l’inglese: mi ha fatto un po’ inalberare perché non sapeva dove avrebbe dovuto portarmi. Ho fatto una telefonata e subito è diventato gentile e ha sistemato tutto. La solita situazione per me intollerabile dove si deve diventare cattivi per farsi ascoltare… Mi ha portata fuori J e lì è venuto a prendermi l’ultimo autista che mi ha portata fino a casa a N.
Morale della storia: quattro ore per fare 50 chilometri…

L’appartamento non è il solito: siamo in due e ci sono almeno altre tre stanze libere. È bello, la mia camere è gigantesca e sono accanto al bagno, che è solo per me.

Ho cenato presto con il collega americano e poi le mie ultime due sedute in Italia da qui. Vado a dormire appena finito qui 🙂

Bella giornata

20 settembre 2021 22.48

Qui si comincia presto con la riunione sulla sicurezza ogni mattina: erano anni che non partecipavo una riunione simile. A G si tiene solo due volte a settimana e a N una…
Comunque, qui la situazione è strana: la città sembra tranquilla, per il pochissimo che ho potuto vedere, ma in realtà c’è la brace continua a bruciare sotto le cenere 😉 Ci sono delle faide, come le nostre o quelle di altre culture, dove ci si ammazza tra membri di famiglie rivali. Da Romeo e Giulietta non è proprio cambiato niente 😦

Mattina di sedute individuali e di gruppo molto interessanti, con storie diverse da quelle di G, ma sempre toccanti. In pausa pranzo ho mangiato una specialità che mangiavo sempre nella prima missione: non mi ricordavo fosse così buona 🙂

Nel pomeriggio, stesso copione: sedute individuali e di gruppo. In fondo, sono qui per questo…
tornata a casa, ho sentito di nuovo il capo missione a J: ancora non hanno deciso cosa vogliono che faccia quando andrò là. Secondo me non decideranno nulla, e quindi passerò un giorno e mezzo al mercato, in giro per negozietti di tutti i tipi 🙂
E stranamente il collega che ho incontrato per cena mi ha detto di fare esattamente la stessa cosa 😉

Serata tranquilla

Fine giornata

19 settembre 2021 h 22.28

A fine giornata di lavoro, si torna verso casa tutti insieme: non è vicinissimo e quindi bisogna prendere l’auto. Subito dopo essere arrivati a casa, un po’ infrangendo le regole, credo, siamo andati, due colleghi ed io, a vedere un posto dove fanno delle bellissime ceramiche: ne ho approfittato per comprare qualche piccolo souvenir 😉

Disfatta la valigia, sono stata con la collega che mi ha chiamata qui, sul tetto a vedere il tramonto e a farmi raccontare la situazione specifica di qua. Io però ero distratta da una cosa che quasi non ricordavo… la sensazione di freddo 🙂 Ebbene sì, calato il sole, qui l’arietta è freschina… Cena a casa con un collega che avevo già incontrato a G e poi serata tranquilla. Sono un po’ stanca in effetti e domani si comincia presto 😉

Nuova settimana e nuovo posto

19 settembre 2021 15.18

Ieri sera ho preparato i bagagli e ho messo via il portatile prima di aggiornare queste mie pagine. Recupero adesso, mentre aspetto che la collega che ha tanto insistito perché venissi torni da un’altra riunione. Un po’ sono senza parole, un po’ sono abituata… 😦

Ieri è stata una bella ultima giornata: in mattinata siamo tornati nella città vecchia con un collega locale e la sua famiglia e ci ha fatto fare un bellissimo tour, portandoci in posti che da soli non avremmo mai visto. Tra le altre cose, ci ha anche spiegato che alcune macerie che noi da soli non riuscivamo a spiegarci, risalgono agli ultimi bombardamenti. E non si tratta solo dell’evidente distruzione di un palazzo, ma anche di tutti i negozietti nelle vicinanze: questo è più impressionante del cratere lasciato tra i palazzi…
Nel pomeriggio mi sono riposata un po’ e ho preparato il materiale per il mio prossimo viaggio. Poi nel tardo pomeriggio, ora di aperitivo, siamo andati in un locale sul mare per gli ultimi saluti.

I veri saluti ci sono stati stamattina in ufficio, con tanto di lacrimoni di I, che non è riuscita a trattenersi 🙂 Le ho appena scritto per dirle che sono arrivata… ancora non ha visto il mio messaggio…

Dopo i saluti, una mezz’ora per arrivare al posto di passaggio: siamo arrivate, purtroppo in due, alle 9.30. Dico purtroppo perché per mia esperienza da soli si fa molto più in fretta…
Al primo passaggio ci saranno state un centinaio di persone in attesa: mai viste. Noi abbiamo fatto un giro un po’ più veloce, ma non tanto: siamo uscite dall’altra parte intorno alle 12.45!!! Questa volta hanno fatto storie alla collega che era con me: io ero già fuori ma l’ho aspettata, anche se continuavano a chiamarmi perché l’autista era già arrivato e in attesa. Intanto, non sapevo se ci fosse un’auto anche per lei, e vista l’organizzazione, non ero proprio fiduciosa; poi mi sembrava brutto lasciarla da sola, senza passaporto e senza internet…
In un’oretta sono arrivata a H e adesso aspetto che arrivi la collega con cui mi interfaccerò per decidere il programma di questi tre giorni qui.

Per ora ci sono due brutte notizie: primo, da un mesetto non si può più camminare per strada, che tradotto significa che bisogna farsi portare in auto ovunque e essere accompagnati da uno degli autisti, secondo, il coprifuoco è al calare del sole: se è come a G per le 19.00 dobbiamo essere dentro casa. Sembra un controsenso, ma in realtà due passi intorno all’isolato della nostra abitazione si possono fare…

A stasera per gli aggiornamenti 🙂