Ancora novità

8 agosto 2022 23.28

Stamattina sono stata con il collega francese all’ospedale psichiatrico di O per portare le medicine e per proporre supporto e formazione. Le medicine le hanno prese ma del resto non c’è bisogno: qui ormai ci sono più ong che locali 😉

Anche il direttore dell’ospedale ha fatto una strana considerazione su I e sul fatto che sia un paeae in guerra, mentre è noto che dia un paese aggressore. Purtroppo non è il primo e sono stufa di non poter rispondere…

A metà pomeriggio è arrivata la novità: oltre al fine settimana di riposo a K, dovrò restare là, almeno fino a fine mese, e lavorare da remoto. Mi sembra una soluzione a dir poco bizzarra: chiederò di lavorare da remoto da casa, a questo punto… peccato…

Adesso aspetto di vedere come va a K e poi decido cosa fare… che missione complicata…

Domenica in spiaggia

7 agosto 2022 22.56

Anche stanotte ho dormito bene e a lungo… per pranzo siamo stati in spiaggia, nel posto dove ero stata appena arrivata a O.

La situazione è davvero paradossale: qui la gente è in spiaggia e a M non possono uscire dalla città… paradosso nel paradosso: la spiaggi è recintata per impedire che la gente entri in acqua. Oggi c’era anche una poliziotta a controllare che nessuno oltrepassasse la rete 😯

Serata tranquilla di quasi saluti. Tre di noi tornano a M domani mattina presto; altri due martedì andranno a K. Io ci andrò giovedì e ci ritroveremo tutti lì…

Sono a O 😀

5 agosto 2022 22.51

Ancora stanotte bombardamenti forti: il primo mi ha svegliata intormo all’1.00, il secondo alle 3.00 e così ho dormito poco anche stanotte…

Tutto il team è partito dopo colazione per B, ma dopo neanche 5 minuti, ci hanno fatto tornare indietro. La città di M sarebbe stata chiusa a partire dalle 12.00, con coprifuoco più rigido del solito, quindi noi non potevamo uscire e io sarei dovuta partire con il collega francese al più presto.

Intorno alle 9.30 siamo in macchina, con tutti i bagagli preparati in fretta… salutato il team, che lascio in città con una certa apprensione, a mezz’ora dalla nostra partenza la capo progetto ci avvisa che verranno anche loro a O: non è il caso di stare a M 😑

E così nel pomeriggio ci ritroviamo tutti a O, in due distemazioni molto vicine. Qui c’è il caldo umido delle città di mare, ma l’idea di dormire tutta la notte di fila alletta tutti…

Serata in un ristorante di lusso, dove spendiamo un capitale… ogni tanto ci vuole 😀

Novità 😀

4 agosto 2022 23.02

Anche stamattina sveglia alle 4.00 per un paio di esplosioni, però sono riuscita a dormire quasi subiro dopo 😉

In giornata siamo stati a V: non c’è stato molto da fare, dovremo cambiare strategia. Intanto, mentre aspettavano la collega, la traduttrice mi ha detto che uno dello staff locale non è proprio allineato con il sentire comune… ne ho parlato con gli altri, vedremo chi è e cosa ci sarà da fare

Prima di cena la capo progetto mi ha detto che mi trasferirò a O, per un paio di settimane, in attesa che la situazione qui si chiarisca e di trovare una soluzione più adeguata… Per ora starò a O con il collega francese, poi andrò a K per il fine settimana di riposo e poi vedremo…

Un po’ mi spiace che sia andata così. Domani devo salutare i colleghi locali 😞 e devo trovare cosa fare nelle prossime settimane…

Intanto, speriamo di dormire per ora 😉

Giornata complicata…

4 agosto 2022 4.12

Ieri sera mi sono dimenticata di aggiornare queste pagine, ed eccomi qui ora…

Notte passata indenne, un breve risveglio intorno alle 5.00, ma poi ho continuato a dormire…

Siamo andati verso O, ma non abbiamo trovato nessuno e la direttrice dell’ospedale, tra mille abbracci, ci ha accompagnati all’auto per farci lasciare la città. La situazione non era sicura e siamo rimasti non più di un’oretta…

Nel pomeriggio abbiamo lavorato in ufficio ed è stato piacevole e, finalmente, non così faticoso 😀

Intanto è stato firmato il contratto per la casa dove si pensa di trasferirci. Le notizie arrivano sempre a spizzichi e bocconi: sembra essere bellissima, ma piccola. E in aggiunta a questa sembra che si cerchi anche una sistemazione in un albergo. La capo progetto ha iniziato a fare un sondaggio individuale su una eventuale condivisione. Io credo di essere l’unica a non essere d’accordo. Vediamo….

In serata siamo andati a vedere la casa, dove i primi tre si fermeranno a dormire già stanotte. La posizione è bellissima, c’è un bel giardino, vista mare, la casa è nuova e di super lusso ma oggettivamente piccola. Ci sono due camere da letto, la zona soggiorno/ pranzo e un bagno. In più una grande cabina armadio e una stanzetta lavanderia. L’ultima idea era di andarci tutti e sei. Presto saremo solo in cinque, ma mi sembra davvero improponibile. Solo io ho avanzato obiezioni 😞

Di nuovo nel bunker…

2 agosto 2022 23.04

Come da titolo, anche ieri notte ho passato una parte della notte del bunker 😰 ormai si dorme sempre meno…

La giornata comunque è andata abbastanza bene e ci sono delle buone notizie: i primi tre di noi si trasferiranno in un appartamento che pare essere bellissimo… gli altri tre, si sposteranno dopo una settimana: io sono nel secondo turno…

Per il resto, in città sembra essere tutto ancora più chiuso e c’è un sacco di polizia in giro 😑

Stasera un allarme è già scattato, ma per ora è tutto tranquillo. Non dico più niente… 🤞🏻

Altra notte nel bunker 😞

1 agosto 2022

Ieri sera avevo appena finito di scrivere, che ecco l’allarme. Dopo un paio di minuti, il collega italiano viene a chiamarmi: per la nottata è previsto un attacco violento, gli impiegati dell’hotel andranno via, quindi ci dobbiamo trasferire tutti nel bunker 😞

Portiamo l’occorrente per la notte: zaino con il kit di emergenza, lenzuola, cuscino, telefoni… ed eccoci di nuovo tutti qua, nella stalla putrefatta… io ero talmente stanca che ho chiuso gli occhi e li ho riaperti la mattina dopo, cioè stamattina…

Dopo una bella dormita, oggi è andato tutto molto bene, è stata una giornata proficua.

Ci sono degli strani movimenti in giro: credo che qualcosa stia cambiando…

Per domani non dico più niente 😉

Prima notte nel bunker

31 luglio 2022 21.44

Ieri è stata una giornata di tutto riposo, quindi sono andata a letto verso mezzanotte (che è normale per quando sono a casa, ma qui è un po’ tardi perché tutto è anticipato)

All’una i primi bombardamenti. Scatta l’allarme e poi arriva subito il messaggio della capo progetto, perché in effetti sembravano molto vicini… il collega italiano, che si è preso l’incarico di verificare che io e l’altro collega sentissimo tutto, è venuto prima a prendere me e poi M, che però non rispondeva. Un attimo di panico, in corridoio a bussare a una porta a cui nessuno rispondeva, con fuori il rumore delle bombe… “Siamo proprio sicuri di andare?” ho chiesto e ci siamo incamminati. Luci tutte spente, i gestori dell’albergo che ci venivano incontro… intanto M si è fatto vivo, era già sceso. Entrati nello scantinato che chiamiamo bunker, una puzza tremenda di stalla in decomposizione… i materassi allineati in terra. Ci stendiamo, io spero che finisca presto l’allarme ma il telefono tace… qualcuno riesce a dormire a inizia a russare. Io controllo il telefono ogni 10 minuti, ma niente… intorno alle 4.00, torno su perché mi stavo congelando. Faccio finta di niente e mi rimetto nel mio letto. Dopo neanche un minuto si ricomincia… e allora scendo, un po’ imbacuccata… per la prima volta vedo anche il fumo dell’esplosione e non sembra molto lontano… torno giù e restiamo fino a un po’ dopo le 6.00

A parte la collega che ha paura, e che si è organizzata con tutto, noi altri non abbiamo dormito quasi per niente.

Una stanchezza terribile tutto il giorno, che ho passato in totale relax in piscina 😀

Speriamo di dormire stanotte 🤞🏻 🤞🏻